Avellino, Morano “Il danno che ho subito è esclusivamente morale colpendo un’intera comunità politica”

(Tv7 Avellino) – Venerdì 17 settembre presso il Circolo della Stampa di Corso Vittorio Emanuele ad Avellino, alle ore 10, Sabino Morano, accompagnato da Massimo Bimonte, con la partecipazione via Skype dei  dai suoi legali Alessandro Diddi ed Elisabetta Cucciniello, ha tenuto una conferenza stampa rispetto alla conclusione della surreale vicenda giudiziaria che lo ha coinvolto,

dopo la sentenza di assoluzione del GUP di Napoli rispetto all’accusa di voto di scambio politico mafioso nell’ambito del processo sul cosiddetto “Nuovo Clan Partenio”.

“Rispetto al clima che ha investito questa provincia ci sono stati una serie di episodi con più ombre che luci che hanno fatto da contorno alla mia vicenda giudiziaria. È già pronto un dossier che alimenterà almeno tre interrogazioni parlamentari” così ha esordito Morano

 “Il danno che ho subito è esclusivamente morale, ma non ha colpito solo la mia persona, ma un’intera comunità politica e tutta la collettività della provincia avellinese”.

La ricostruzione dell’accaduto nell’intervento dell’avvocato Diddi “Abbiamo affrontato questo processo dove Morano era stato chiamato a rispondere dell’ipotesi di voto di scambio e di aver preso contatti con la criminalità organizzata locale con molta serenità. L’impianto accusatorio voleva che in cambio di un sostegno elettorale, Morano avrebbe dovuto favorire, nell’ambito della ricostruzione della Scuola Dante Alighieri, chiusa da anni per problemi di staticità, qualcuno per l’utilizzo della futura palestra per attività di pugilato è stato destituito di fondamento già in udienza preliminare attraverso la ricostruzione delle intercettazioni telefoniche. In cui si evince che mai Morano avrebbe preso contatti per appoggio elettorale con questo tipo di promessa. Argomento che ha consentito al Gup di emettere una sentenza di non luogo a procedere. La sentenza di non luogo a procedere restituisce la patente di persona per bene a Morano che potrà continuare la sua carriera politica”.

Nel corso dell’incontro sono state annunciate anche le iniziative future. Oltre  all’imminente pubblicazione di due volumi, uno sulle “Origini del capitalismo in Italia”, riedizione del libro di Amintore Fanfani del 1933, di cui ha scritto la postfazione critica per le edizioni Ar, e l’altro totalmente i proprie penna “Il Mondo attuale” che sarà presto disponibile. Sabino Morano riconferma, insieme a tutta la sua comunità, l’impegno nelle fila dell’associazione metapolitica Primavera Irpina che nei prossimi mesi subirà un considerevole restyling per diventare un contenitore più ampio dal nome di Primavera Meridionale con un nuovo logo.