Montefredane, Grassi (Lega): “Sottoporrò agli organi competenti il dramma degli ex operai della Novolegno”

(Tv7 Avellino) – “Ad ottobre, sarò al mise e sottoporrò agli organi competenti il problema sociale economico, dettato dalla chiusura della Novolegno. La questione si risolve  portando più progetti, soprattutto che siano rispettosi dell’ambiente, perché la grande sfida è proprio questa, produrre nel rispetto dell’ambiente. È, anche, il valore aggiunto che consente alla produzione di vincere le sfide del mercato. Non dobbiamo puntare, però, solo sulla rimessa in funzione degli impianti, ovviamente remoti, per produrre in modo rispettoso all’ambiente, ma anche puntare, eventualmente, su un cambio di destinazione d’uso. Il complesso ha una posizione invidiabile. Dobbiamo riaprire una trattativa per salvare posti di lavoro”. Questo è l’impegno assunto dal senatore Ugo Grassi, davanti alla Novolegno, incontrando una delegazione di ex operai, insieme al candidato sindaco della lista Per MONTEFREDANE, Ciro Aquino.

“In questo luogo strategico per il territorio irpino e campano, non possiamo immaginare che si mortificano i lavoratori e le loro famiglie, che hanno profuso impegno per anni e che ora si trovano fuori dal mercato del lavoro, con figli a carico e senza futuro anche per la fine della naspi prevista a maggio”- ha detto il candidato sindaco, Ciro Aquino.

“A differenza di Tropeano, da sindaco non porterò i lavoratori nella sala consiliare, consentendo all’imprenditore di liberare il capannone dai macchinari e dai materiali”. Ha concluso Aquino, ribadendo la necessità di un intervento in sede legislativa per il cambio di destinazione d’uso dei suoli.