Grottaminarda, Giuseppe De Pasquale è il nuovo Presidente dell’Unione dei Comuni Terre dell’Ufita

(Tv7 Avellino) – Nel corso del Consiglio dell’Unione dei Comuni Terre dell’Ufita, tenutosi ieri sera (martedì 28 settembre 2021) nella sala “Sandro Pertini” di Grottaminarda, è stato nominato, quale nuovo Presidente, il Sindaco di Bonito, Giuseppe De Pasquale, già vicepresidente nei due precedenti mandati Cobino e Di Cicilia.

L’Amministrazione Comunale di Grottaminarda nel ringraziare per il grande contributo di lavoro e di idee offerto in questi 4 anni dal Presidente uscente, Stefania Di Cicilia, Sindaco di Villamaina, augura un buon ed altrettanto proficuo lavoro al nuovo Presidente De Pasquale, ribadendo la propria disponibilità alla massima collaborazione unitamente a quella dei Sindaci, delle Amministrazioni e delle Comunità degli altri Comuni delle Terre dell’Ufita.

«Grottaminarda, in qualità di comune capofila – afferma il Sindaco Angelo Cobino – saluta con piacere l’elezione a Presidente dell’Avvocato Giuseppe De Pasquale, persona che ha sempre collaborato attivamente e fattivamente alla vita dell’Unione, anche elaborando statuti e documenti. De Pasquale saprà sicuramente far fare ulteriori passi in avanti all’Unione, sia in termini di amicizia e buone relazioni tra gli otto Comuni, Unione che, pur nel rispetto delle singole identità, sempre tenute nella massima considerazione, sta sempre più assumendo una dimensione comprensoriale facendo diventare una sola grande comunità quella delle Terre dell’Ufita, sia in termini di riferimento politico-amministrativo in un contesto più ampio di rapporti non solo nell’Area Vasta che ci è più vicina, ma dell’intera Irpinia, della Provincia, della Regione e del Governo della Repubblica Italiana.

Dunque in questa fase di rotazione si continua a dare ulteriore forte impulso affinchè l’Unione Terre dell’Ufita implementi la già ottima collaborazione istituzionale- politico-amministrativa in una fase in cui si prefigurano grandi momenti di confronto. Il decennio appena iniziato, 2020 – 2030, ci prospetta nuove sfide e importanti opportunità di sviluppo con le grandi infrastrutture che toccheranno il nostro territorio. Noi ci presenteremo sempre come Unione dei Comuni già con un percorso alle spalle solido, per continuare il lavoro di interlocuzione e dialogo costruttivo con le altre Istituzioni per fare in modo che si possa sempre migliorare in termini di qualità della vita dei cittadini ed uscire da questa grave crisi economica, sanitaria e sociale».