Montemiletto, bufera al comune, si dimettono due assessori della giunta

(Tv7 Avellino) – Il Primo cittadino di Montemiletto Massimiliano Minichiello perde due assessori della sua giunta. Bufera nel giorno delle elezioni amministrative nel Comune di Montemiletto.  Si sono dimessi nell’ordine il vicesindaco con delega all’Ambiente e Territorio Antonio Capobianco e l’assessore alla Cultura, Turismo, Sport e Politiche Sociali, Chiara Frusciante. Una scelta motivata da due lettere che gli ex rappresentanti di Governo hanno inviato al primo cittadino.

La lettera dell’ex vicesindaco Antonio Capobianco

Con la presente comunica la decisione di rimettere irrevocabilmente nelle sue mani l’incarico di vicesindaco e delle deleghe assessorili affidatemi con Decreto Sindacale n. 7 del 05/07/2019.
Ripercorro, in sintesi, il cammino politico che ha portato a questa conclusione. Sono stato eletto Consigliere Comunale nel giugno 2019 nella lista Proposta Concreta, la quale mi ha visto anche candidato non eletto nelle amministrative del 2014. Nel corso di questi ultimi due anni di amministrazione, il dialogo con lei è venuto deteriorandosi, tanto da vedere già ad aprile le mie dimissioni da membro del C.O.C. per mancanza di condivisione e spirito di gruppo. Nonostante ciò, il mio impegno verso la cittadinanza non ha mai risentito della mancanza di confronto, tanto da vederlo aumentato nel solo interesse della comunità.

Sono venuti a mancare quel rapporto di fiducia e quella comunicazione diretta e aperta, che ritengo indispensabili per poter esercitare un confronto costruttivo anche, e soprattutto, nel momento in cui si presentano diversità di vedute e posizioni. Ritengo, dunque, non sussistano più i presupposti per un mio impegno all’interno della Giunta. Elementi irrinunciabili per un efficace ed efficiente lavoro di squadra, che deve avere sempre come finalità l’amministrare bene la comunità.

Amministrare e amministrare bene non vuol dire solo fare fede ai principi che ci hanno contraddistinti e portati a vincere le elezioni nel 2019, ma poi quei principi bisogna trasformarli, non solo in atti politici di indirizzo, ma vederli concretizzati con atti amministrativi. Quando si fa politica ciò però non basta, c’è anche bisogno di dare una speranza, di dare una visione di paese diversa. Purtroppo, si è entrati in una logica di contrapposizione, per cui quello proposto da alcuni deve essere ostacolato per il solo fatto di avere un vantaggio di visibilità politica. Questa comunità vive una forte spaccatura da almeno un decennio e avevamo il dovere di dare un nuovo senso di appartenenza, ciò avrebbe consentito o comunque consentirebbe, ancora al paese di uscire dalla logica delle fazioni, a prescindere dal merito.

Alla luce di quanto accaduto nell’ultimo Consiglio Comunale del 16 settembre, nonostante il ruolo di fiducia conferitomi da lei, non c’è stato nessun intervento da parte sua che potesse stemperare i toni assunti in Consiglio. Detto ciò, non ho più la serenità per ricoprire tale ruolo in Giunta, condizione indispensabile e necessaria per far bene. Mi auguro che la sua scelta nella nomina del nuovo Vice Sindaco ricada sulla figura del Consigliere D’Anna, suo compagno di tante battaglie e di comprovate capacità politiche.
Mi auguro che quanto da me avviato sia seguito e portato a termine, senza nessuna logica di contrapposizione e personalistica.

Ringrazio tutti i colleghi Assessori, con i quali ho percorso un pezzo di strada. Ringrazio i dipendenti comunali, che mi hanno permesso di esercitare al meglio le mie funzioni. Ringrazio i cittadini tutti, quando hanno voluto affidare a me i loro problemi e richieste. Non sempre sono riuscito a dare le risposte attese, ma ho dato sempre il massimo impegno per poter farvi fronte, e posso affermare che non ho mai fatto promesse che non potessero essere mantenute. Continuerò ad adoperarmi nel ruolo di Consigliere Comunale con il massimo impegno, la ringrazio per la fiducia accordatami e le auguro buon lavoro.

La lettera dell’ex assessore Chiara Frusciante

Con la presente lettera intendo rassegnare le mie dimissioni, con effetto immediato ed irrevocabile, dalla carica assessorile conferitami rimettendo nelle sue mani le deleghe assegnate con Decreto Sindacale n.7 del 05 giugno 2019. Questa mia decisione è frutto della consapevolezza che non esistono più le condizioni per poter esercitare tranquillamente le funzioni a me delegate. E’ venuto meno un tassello fondamentale nella collaborazione amministrativa, cioè il rapporto di fiducia e condivisione.

Molti comportamenti, perpetrati negli ultimi mesi, hanno leso irrimediabilmente la fiducia che riponevo in lei. Situazioni palesate soprattutto dalla nota da lei inviatami il 29 luglio 2021, nella quale invece di dialogare e confrontarsi verbalmente, ha preferito comunicare con una nota scritta sottolineando le sue prerogative, mai messe in discussione, di nomina e revoca delle cariche assessorili e assegnazione delle singole deleghe. Allorquando le ho chiesto le motivazioni specifiche di ciò che leggevo, non ho ricevuto più alcuna risposta. Tale condotta mi ha maggiormente fatto capire che non esiste ancora in lei una visione di gruppo e organizzativa dell’Ente.

Ho svolto il compito assegnatomi con tenacia, umiltà, correttezza e soprattutto massima trasparenza mettendo a disposizione il mio tempo. Ho collaborato con il solo obiettivo di operare per il bene e lo sviluppo sociale della nostra comunità. Collaborazione che c’è sempre stata con tutti: Assessori , Consiglieri, dipendenti e Associazioni. Sono stata sempre disponibile su proposte o iniziative amministrative e sono stata al servizio della cittadinanza cercando di risolvere ogni problematica presentatami.
Spero vivamente che lei assegni le deleghe rimesse al consigliere D’Anna, il quale dopo una lunga assenza, negli ultimi tempi ha mostrato profondo interesse per gli argomenti di tali ambiti a me assegnati.

Concludendo, ringrazio, innanzitutto, tutti i cittadini di Montemiletto che hanno riposto fiducia in me. Ringrazio le Associazioni per la fattiva disponibilità dimostrata in molteplici attività sociali. Ringrazio i dipendenti comunali, i quali si sono resi sempre disponibili nell’assolvere a ogni richiesta con estrema pazienza e dedizione. Continuerò ad impegnarmi nel ruolo di Consigliere Comunale e auguro buon lavoro alla futura Giunta Comunale.