Dalla Campania arrivano le prime adesioni al Concorso Nazionale Turismo dell’Olio

(Tv7 Avellino) – 25 ott. 21 – Dopo il successo della I edizione torna il Concorso nazionale Turismo dell’Olio, l’iniziativa promossa dalle Città dell’Olio con il sostegno di Bene Assicurazioni che premia le migliori esperienze turistiche e best practices legate al mondo dell’extravergine. Un progetto affidato alla direzione scientifica della prof.ssa Roberta Garibaldi autrice del Rapporto annuale sul Turismo Enogastronomico Italiano e amministratore delegato di ENIT. Una sfida e un’opportunità per le Città dell’Olio e non solo della Campania che permette alle strutture e realtà che appartengono alle sei categorie in gara: Frantoi/ Aziende Olivicole; Oleoteche; Musei dedicati all’olio/Frantoi Ipogei/Uliveti Storici; Ristoranti/Osterie; Dimore Storiche / Hotel / B&B / Agriturismi; Tour operator/Agenzie di viaggio/Altri organizzatori di esperienze (ProLoco / Associazioni) di mettersi in gioco con le loro proposte turistiche. Tutte queste attività che rappresentano il fiore all’occhiello del territorio, saranno pubblicate sul primo e unico sito dedicato al turismo dell’olio www.turismodellolio.com, una piattaforma pensata come una vera e propria guida online per il visitatore curioso ed appassionato di olio e una vetrina permanente che ospiterà sempre nuove e originali proposte di oleoturismo. Stanno già arrivando le prime adesioni e c’è tempo fino all’10 novembre per iscriversi scrivendo a info@cittadellolio.it. Si può partecipare alla gara con ogni genere di esperienza legata all’olio: dalla partecipazione alla raccolta delle olive alle visite guidate in frantoio per conoscere le fasi del ciclo produttivo dell’olio, passando per le degustazioni, i corsi di assaggio e di cucina, i laboratori per famiglie e bambini, le cene a tema, le camminate e i pic-nic, i massaggi all’olio, i tour in bike o a cavallo, l’adozione di ulivi, i corsi di yoga e le rappresentazioni teatrali e i concerti nelle olivete. Le esperienze saranno valutate e giudicate dalla una giuria di esperti composta da Michele Sonnessa Presidente Città dell’Olio, Roberta Garibaldi Presidente di Giuria e direttore scientifico del Concorso, Giorgio Palmucci Presidente ENIT, Roberto Di Vincenzo Presidente ISNART – Unioncamere, Giorgio Mencaroni Presidente Camera di Commercio dell’Umbria, Nicola Di Noia Direttore Generale di UNAPROL, Paolo Morbidoni Presidente Federazione italiana Strade del Vino e dei Sapori, Filippo Falugiani Sommelier dell’olio e Presidente A.I.R.O., Nicola D’Auria Presidente Movimento Turismo del Vino e dell’Olio, Donato Taurino Presidente Movimento Turismo dell’Olio e Floriano Zambon Presidente dell’Associazione Nazionale Città del Vino, Patrizio Mario Mergè Vice Presidente dell’Associazione Dimore Storiche Italianane sez. Lazio, Enrica Montanucci Presidente MAAVI – Movimento Autonomo Agenzie di Viaggio Italiane, Alberto Grimelli Direttore Teatro Naturale, Fabiola Pulieri Giornalista enogastronomica e Sommelier dell’olio, Deborah de Maio CEO of Italy4Real.com, Giulia Scarpaleggia Food Writer autrice del blog Juls’ Kitchen.

“Il Turismo dell’olio rappresenta un’opportunità presente su cui investire soprattutto alla luce dell’imminente approvazione dei decreti attuativi della legge sull’oleoturismo – ha sottolineato Michele Sonnessa, Presidente dell’Associazione nazionale Città dell’Olio – attraverso il Concorso vogliamo agire su due livelli: la promozione delle esperienze turistiche legate all’olio e la formazione degli operatori del settore. Le due novità della seconda edizione, infatti, sono l’apertura del Concorso non solo alle strutture che si trovano nelle Città dell’Olio ma anche a tutte le altree il corso online per operatori specializzati nel turismo dell’olio a cura della prof.ssa Roberta Garibaldi, offerto agli iscritti da UNAPROL”.

“Il Concorso nazionale Turismo dell’Olio per gli operatori turistici che si stanno specializzando in esperienze legate al mondo dell’olio rappresenta una grande opportunità di promozione – ha dichiarato ha dichiarato Nicolino del Sordo, membro di Giunta nazionale – invitiamo i nostri soci e le realtà delle altre città abruzzesi ad iscriversi per rappresentare al meglio la nostra regione che vuole essere sempre di più una meta ambita dagli appassionati di olio EVO per le proprie vacanze”

“La Campania ha le carte in regola per essere protagonista della II edizione del Concorso Turismo dell’Olio– ha commentato ha dichiarato Carmine Pignata Coordinatore regionale delle Città dell’Olio della Campania – i nostri produttori, ristoratori, albergatori e operatori turistici negli ultimi anni hanno cominciato a proporre sempre più itinerari ed esperienza gastronomiche alla scoperta dell’oro verde locale, attraverso questa opportunità possiamo metterle a sistema e inserirle in un circuito in grado di valorizzarle”.