Avellino,Piano di Zona A04, Mid: “Ennesimo scandalo politico”

La nota del coordinatore regionale del Mid Campania.

(Tv7 Avellino) – Il Coordinamento Regione Campania del Movimento Italiano Disabili, avendo registrato per l’ennesima volta lo scandalo politico ormai chiaro e evidente del Piano di Zona e il fallimento da tempo addietro se non anni totale delle Politiche Sociali in Provincia di Avellino e nel Comune di Avellino, interviene e si ritiene pronto a intervenire con ogni mezzo possibile e utilizzabile affinchè vengano tutelate le fasce deboli e gli utenti, che necessitano prioritariamente dei servizi e prestazioni indispensabili e che dovrebbero a nostro avviso essere regolarmente erogati dall’ambito territoriale oltre le logiche politiche che trovano il tempo che trovano. Ambito territoriale che proprio in queste ore ha visto la decadenza per dimissioni dal Cda di un componente dell’organismo del quale l’ente capofila capofila risulta essere il Comune di Avellino, causando quindi l’impantanamento e il blocco gravoso anche degli uffici che già da tempo versano in estrema carenza di personale, carenza che in ogni caso deve essere fronteggiata con l’integrazione di personale. Quanto successo ci risulta di una gravità estrema e peggiora ancor’ di più la grave emergenza sociale che viviamo e registriamo ogni giorno dai tanti gridi d’allarme lanciati da cittadini in difficoltà abbandonati a se stessi e nessuno dalle istituzioni, quest’ultime sempre meno garantiste e meno vicine ai reali bisogni delle comunità che esse intendono rappresentare, ma solo a mezzo slogan spesso lanciati. Anche sugli aspetti sanitari in questi ultimi giorni ci sono state proteste da parte di associazioni e cittadini che raccogliamo e sosteniamo esprimendo loro la nostra solidarietà, per il riconoscimento dei sacrosanti diritti, valutando e riproponendoci se necessario di azionare anche azioni forti per la risoluzione delle problematiche, rivolgendo infine il nostro sentito appello a chi di competenza anche giuridicamente a mettere luce e sotto lente le questioni.