Covino (Asidep): “Riattivare subito il tavolo provinciale per il CIS per la Provincia di Avellino”.

La nota del  Vice Presidente ASIDEP e Componente dell’Assemblea Generale ASI Avellino Giuseppe Covino

(Tv7 Avellino) – Bisogna riprendere l’ottima proposta dell’allora Presidente Biancardi che con provvedimento presidenziale n.50 del 26.06.2020 presentava istanza di attivazione delle procedure per il Contratto Istituzionale di Sviluppo per la Provincia di Avellino. Uno strumento che destina le risorse nazionali ordinarie, risorse comunitarie e del Fondo per lo sviluppo e la Coesione e individua responsabilità, tempi e modalità di attuazione degli interventi.
Tra questi interventi c’è un intero capitolo dedicato alle Aree ASI dell’Irpinia e quindi all’ammodernamento e all’efficientamento di impianti ed infrastrutture, oltre alla realizzazione di nuovi servizi per le aziende. Potremmo quindi utilizzare queste risorse per rendere operativi i nove impianti di depurazione a servizio delle Aree Industriali della Provincia di Avellino, gestiti da ASIDEP per conto dell’ASI, in quanto servizio pubblico essenziale.

La società vive un momento di criticità legato ai flussi finanziari, alla cattiva gestione del passato e ai costi esorbitanti dell’energia: che richiedono interventi veloci, efficaci e strutturali.

L’obiettivo è mettere in funzione tutti gli impianti a pieno regime per consentire alla società di aumentare i ricavi e di conseguenza i flussi di cassa.

L’occasione del Contratto Istituzionale di Sviluppo è più unica che rara perché consentirebbe l’arrivo di nuove risorse economiche. Non c’è più tempo da perdere, considerando che negli ultimi mesi diversi sono stati i Contratti Istituzionali di Sviluppo avviati in tempi molto veloci: Foggia, Matera, Taranto, Molise e altri ancora sono in via di definizione.
Di questa opportunità ne ho già ampiamente discusso con i Presidente dell’ASI e di ASIDEP, chiedo quindi alla Provincia di riprendere quanto prima questa grande opportunità e di riaprire il tavolo per l’attuazione del CIS Irpinia, in cooperazione con il Ministero del Sud e della Coesione Territoriale, l’Agenzia per la Coesione Territoriale, il soggetto attuatore Invitalia e le parti economiche e sociali.