Montoro, Giaquinto vieta i fuochi d’artificio per matrimoni ed eventi privati.

di Marco Iandolo

(Tv7 Avellino) – Nei giorni scorsi il sindaco di Montoro Girolamo Giaquinto mette al bando i fuochi d’artificio. Almeno quelli che accompagnano le feste di matrimonio e gli eventi privati. L’ordinanza, rivolta a cittadini e gestori di locali pubblici, è sicuramente un atto di buon senso. Un modo per tutelare il diritto dei cittadini di poter risposare tranquillamente e non essere svegliati nel cuore della notte dall’esplosione dei botti.

Fuochi d’artificio esplosi alle due di notte per accompagnare la conclusione di un ricevimento di nozze. Con buona pace dei cittadini. E degli animali, domestici e non, che dai fuochi d’artificio sono atterriti.

Un malcostume che purtroppo capita anche in altri comuni della provincia. Come se l’esplosione di fuochi d’artificio possa aggiungere qualcosa alla bellezza ed alla solennità di una cerimonia come ad esempio un matrimonio.

Quindi il comune di Montoro da lo stop all’utilizzo di fuochi d’artificio dalle dalle 23,00 alle 08,00 del mattino successivo. In questo lasso di tempo l’ordinanza sindacale apre all’utilizzo di prodotti che generano semplici giochi di luci e di colori e non effetti rumorosi. Chi ai fuochi d’artificio proprio non vuol rinunciare dovrà presentare una richiesta al sindaco che potrà autorizzarli o meno. Il divieto non si applica per fuochi pirotecnici effettuati per ricorrenze religiose ed istituzionali.

Per i trasgressori sanzioni amministrative fino a 500 euro e la denuncia penale.