Mid: “In campo per una concreta Giustizia Sociale”.

dalla redazione

(Tv7 Avellino) – Giustizia Sociale nasce da un’esigenza che in Italia è diventata sempre più impellente: informare le persone meno abbienti sui loro diritti costituzionali – mai rispettati dai cosidetti rappresentanti del popolo – per vivere una vita dignitosa e senza discriminazioni o pregiudizi, proprio quell’esigenza che noi del Movimento Italiano Disabili da sempre realmente e concretamente e che ci contraddistingue da altre realtà cerchiamo di soddisfare ai nostri tesserati o comunque concittadini con disabilità, anziani e persone in condizioni di svantaggio economico e sociale. 

In tal senso tutti i governi italiani fin’ oggi hanno fallito miseramente, tant’ è vero che la miseria del nostro paese, pandemia o non pandemia, è aumentata di gran lunga, ovviamente non quella dei governanti che hanno pensato solo alle loro indennità anche sulla falsa riga della rinuncia, in ogni caso continuando a governare fin quando non si è raggiunto il tempo necessario per l’ottenimento a vita di quell’indennità o vitalizio cosi come lo si vuole chiamare o intendere. 

i vari presidenti del Consiglio, della Repubblica e delle Camere che si sono succeduti nel tempo si sono riempiti la bocca di diritti, doveri, equità, uguaglianze, Educazione Civica, da insegnare senza però attuarne le dovute misure, almeno per farlo passare come giusto insegnamento anche e soprattutto attraverso delle azioni programmatiche chiare, di rilievo e soprattutto di rilancio culturale forse partendo anche proprio dal mondo della scuola. 

Noi del M.I.D. con la nostra associazione, rappresentativa nel mondo istituzionale delle diverse abilità e operante attivamente su tutto il territorio nazionale , abbiamo in questo lungo tempo di attesa affinchè qualcosa cambiasse, valutato concretamente gli strumenti idonei attraverso la nostra azione amministrativa necessari alla difesa e valorizzazione dei nostri e vostri diritti ma abbiamo bisogno del contributo, di idee e proposte per rendere ancora più forte la nostra azione, da parte di tutti e con la partecipazione attiva e proficuo di tutte le persone che intendono e vogliono condurre una giusta lotta per una vera Giustizia Sociale.