Campionato Italiano Motonautica c’è anche un irpino: Ayrton Cecere 12enne di Capriglia Irpina.

dalla redazione

(Tv7 Avellino) – Calgary 1988, Giochi Olimpici gli appassionati di sport invernali restano esterrefatti, tra le varie e consuete nazionali difatti si legge Giamaica. Si proprio così una nazione dove probabilmente non si conosce cosa possa essere la neve che presenta una squadra nel BOB, incredibile. Oggi la storia si ripete, non in occasione delle olimpiadi certamente, ma in occasione del Campionato Italiano Motonautica. Ayrton Cecere, il nome già dice molto agli appassionati di motori, un ragazzino di 12 anni che dai monti irpini, più precisamente da Capriglia Irpina, il prossimo 18 settembre sarà impegnato ad Olbia nella tappa del Campionato Italiano Motonautica. Si avete capito bene dalla montagna al mare. Ayrton eredita la passione dei motori da Lucio, suo padre ed ex pilota, si cimenta prima con il Kart dove ottiene subito ottimi risultati vincendo varie gare, ma non è quello il suo mondo ideale, non si sente soddisfatto, chiede a suo padre di passare alle due ruote, anche in quel caso da subito Ayrton si dimostra veloce, ma il papà si rende conto che nemmeno quello è il suo mondo ideale, all’improvviso Ayrton scopre le moto d’acqua grazie ad un amico di papà, Dino Pontecorvo team manager della Fly MotorShow, ottimo pilota di motocross ma altrettanto ottimo pilota di moto d’acqua, uno dei primi Campioni Italiani ed attualmente tecnico Federale. Sin da subito Ayrton si sente nel suo ambiente ideale, motori+mare, il top che ci possa essere, inizia con dei test sotto l’ottima gestione di Dino, dopo pochissimi test papà Lucio e Dino, visto i primi risultati decidono di far cimentare Ayrton nelle selezioni federali, superate al primo colpo in quel di Catanzaro, nonostante la poca esperienza. Ayrton nei test successivi migliora di volta in volta ma Dino non forza i tempi, ci va piano, vuole farlo crescere, papà Lucio ha la stessa idea, andiamo piano e cresciamo pian piano. Arriva l’estate, le ferie, Ayrton non entra in acqua per 2 mesi, al rientro tutti erano convinti che fosse arrugginito, fuori forma, Ayrton stupisce tutti, nelle 2 uscite fa segnare tempi favolosi, Dino e Lucio a fine test si guardano perplessi e le uniche parole che  Dino pronuncia sono “hai visto i tempi?”, la giornata si conclude lì. Ayrton è carico, Dino e Lucio pensano e ripensano finché non si sentono, “che dici? Vogliamo portarlo all’italiano ad Olbia?”, le selezioni sono state superate i tempi sono ottimi, chi non risica non rosica, bhe che serve ancora? Pronti via si parte per questa folle avventura, nessuna pretesa, unico l’obbiettivo dare tutti il 110% e fare esperienza e regalare un sogno ad un ragazzino, regalare una soddisfazione alla famiglia, al Team ed a tutti gli amici e tifosi di Ayrton. Ora non resta che trovare la somma necessaria per poter regalare questo sogno ad Ayrton, se anche tu vuoi dare un piccolo contributo clicca sul link e fai la tua donazione.

https://gofund.me/1643dbe9