Avellino, centro per l’Autismo, Festa: “Sono tranquillo era una sentenza che ci poteva stare”.

di Marco Iandolo

(Tv7 Avellino ) – “Era una sentenza che ci poteva stare, figlia di un percorso amministrativo che è partito molti anni fa. Non ci scompone, andremo verso l’acquisizione sanante. La vicenda riguardante la proprietà del suolo non mi ha mai preoccupato perché, oggettivamente, c’era un dubbio su quello che sarebbe accaduto rispetto alla sentenza” Ecco come commenta il Sindaco di Avellino Gianluca Festa la decisione assunta dai giudici amministrativi nella camera di consiglio tenuta il 30 settembre scorso.

Il TAR di Salerno ha contestato al Comune di Avellino l’occupazione illegittima dei suoli su cui è stato realizzato il Centro per l’Autismo e lo ha condannato al risarcimento dei danni patrimoniali provocati al proprietario, l’imprenditore di Mercogliano Pasquale Pescatore, in seguito alla occupazione illegittima.

“Non c’è alcun dubbio che l’area sarà acquisita dal Comune e la struttura non sarà rimossa assolutamente. Sto interloquendo con il dottor Ferrante e ho chiesto anche una data per il sopralluogo da parte dei tecnici dell’Asl. Bisognerà comprendere se i lavori sono stati realizzati a regola d’arte. Ricordo che la struttura non potrà essere gestita dal Comune perché la legge trasferisce questa competenza all’Asl. Se non ci saranno problemi si potrà procedere alla firma del protocollo. Auspico che questo obiettivo venga raggiunto in breve tempo” conclude la fascia tricolore del capoluogo.