Grottaminarda, Comitato Recte: “Predicate bene ma razzolate malissimo”.

La lettera del comitato Recte nei confronti dell’amministrazione Spera –

(Tv7 Avellino) – Egr. Signor Sindaco,oramai, pur non sorprendendoci più, non sappiamo se le mancate risposte alle nostre missive siano da attribuire ad un sentimento di maleducazione misto ad arroganza o se vi trincerate dietro un “silenzio/assenso” poiché fareste notevole fatica a rispondere con fatti argomentati ai nostri interrogativi. Ma nonostante il vostro discutibile modus operandi, noi continueremo a svolgere quello che abbiamo sempre fatto: agire nell’interesse della comunità, dando voce a tutti i cittadini.

Detto ciò, vogliamo tornare ad un tema a noi caro, le politiche sociali e l’attenzione verso le famiglie più deboli.

Mettendo da parte le strumentalizzazioni circa le spese sulle luminarie, ci soffermeremo su una cosa “molto simpatica”. Facciamo un salto indietro e ritorniamo al vostro comunicato stampa divulgato il 18 Novembre, “in risposta” alla nostra lettera di qualche giorno prima, in cui voi riferite alla cittadinanza che le luminarie verranno accese il primo dicembre perché, a vostro vedere, con le luminarie e la correlata aria festiva, il commercio locale ne gioverà.    

Ci permetterà di sorridere ironicamente, col senno del poi. E le spiegheremo di seguito il perché.               

La determina numero 325 del 23 Novembre 2022, approvata da poco le ricorda qualcosa?            

Nel caso se ne fosse dimenticato, ma anche per i cittadini che non frequentano l’albo pretorio, le rinfreschiamo la memoria. Nella determina 325, l’Ente comunale, che Lei presiede, impegnava la spesa complessiva di 2.574,08 € per l’acquisto di 13 poltrone da ufficio, girevoli in velluto, blu da destinare alla Sala della Giunta Comunale. Premesso che la giunta si dovrebbe fare in 6 (Sindaco, Vice-Sindaco, i 3 assessori ed il segretario verbalizzante) e non capiamo il perché del numero (ci sono esterni che partecipano alla giunta?), non sarebbe stato più idoneo per l’economia locale, piuttosto che fare l’acquisto in un’azienda in provincia di Lecce, farla in qualche attività di Grottaminarda? Perché noi crediamo che, questo sì, avrebbe giovato all’economia.  

Quindi, per non adottare atteggiamenti ipocriti che non vi appartengono, per le prossime volte, se realmente volete favorire il commercio locale, privilegiate la spesa in qualche nostra attività.