Roma, addio a Gerardo Bianco, 91 anni, una vita nella Democrazia cristiana.

di Marco Iandolo

(Tv7 Avellino) – Roma, 1 dic. ’22 – Gerardo Bianco, esponente storico della Democrazia cristiana, è morto stamane a Roma. Aveva 91 anni. Nato a Guardia Lombardi, in provincia di Avellino, il 12 settembre 1931, vincitore di una borsa di studio presso il Collegio Augustinianum dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, si laureò in lettere classiche a Parma, diventando poi docente universitario di storia della lingua latina e letteratura latina presso la facoltà di lettere e filosofia (già Magistero) dell’Università degli Studi di Parma. In gioventù è stato attivo nella Federazione universitaria cattolica italiana.

Politico di lunghissimo corso, Bianco è stato deputato alla Camera tra il 1968 e il 2008 in 9 legislature (dalla V alla XV), 7 delle quali dal 1968 al 1994 con la Democrazia Cristiana, per la quale è stato segretario provinciale di Avellino, responsabile del settore della ricerca scientifica e dell’Ufficio Studi.

Nato politicamente vicino alla corrente della DC «Base», composta prevalentemente da avellinesi e guidata da Fiorentino Sullo prima e Ciriaco De Mita dopo, se ne allontana nel 1978 per avvicinarsi a quella guidata da Carlo Donat-Cattin prima e Franco Marini.