Avellino, il M.I.D. chiede una urgente riunione per le barriere architettoniche nelle case popolari.

dalla redazioni

(Tv7 Avellino) – M.I.D. Coordinamento Campania: alla luce di tante barriere architettoniche nelle case popolari di Avellino si convochi subito un tavolo tra Comune, Associazioni a Tutela dei Diritti delle Persone con Diversa Abilità e gli istituti proprietari degli immobili.

E questa la richiesta di Giovanni Esposito Coordinatore Regione Campania del M.I.D. il Movimento Italiano Disabili alla luce di alcune segnalazioni che giungono all’attenzione sua e del Coordinamento riguardanti gravi situazioni di disagio causato dalla presenza di barriere architettoniche negli edifici residenziali di proprietà del Comune e degli istituti titolari, ai danni dei cittadini con diversa abilità questi ultimi costretti, pur pagando regolarmente fitti e canoni dovuti, a dover fare anche i conti anche con gli impianti di ascensori fatiscenti e che necessitano di una necessaria e urgente regolare manutenzione, che spesso risultando non funzionanti costringono le persone con disabilità e loro famiglie a ricercare rimedi estremi per poter rientrare nelle abitazioni, come pure e non per ultimo vi sono persone che vivono ancora ai piani alti di questi fabbricati privi anche degli ascensori, fabbricati per altro che necessitano di un’importante piano di riqualificazione che il Comune dovrebbe prevedere, attuare e realizzare attraverso un progetto e un’azione amministrativa di rilevante importanza e soprattutto concretezza.

Noi del M.I.D. Movimento Italiano Disabili Coordinamento Regione Campania pronti e disponibili, oltre che sensibili come sempre a recepire cosi come è nostro dovere le istanze del territorio e dei cittadini residenti con diversa abilità, certi che la nostra richiesta venga accolta e recepita attendiamo fiduciosi la convocazione di questo tavolo tematico e istituzionale volendo anche aperto alla cittadinanza ove possibile, ritrovando e riscontrando o volendo riscontrare come sempre anche la sensibilità e disponibilità da sempre evidente verso questi aspetti da parte di chi del Comune è delegato agli alloggi popolari e le relative questioni.