Avellino, Riunione provinciale M5S, con Ciampi e Gubitosa.

di Marco Iandolo

(Tv7 Avellino) – Il Movimento 5 Stelle nel pomeriggio, all’Hotel de la Ville di Avellino, si organizza con una prima riunione. L’obiettivo, consentire, grazie alla nascita dei gruppi territoriali, una maggiore partecipazione degli iscritti ai processi democratici interni, oltre al rafforzamento della presenza dei cittadini nell’attività politica del Movimento. Programmato il lavoro per il nuovo anno, a compimento del percorso di strutturazione interna voluto dal presidente Giuseppe Conte.

“Siamo all’inizio di una nuova fase di radicamento sul territorio, che avverrà attraverso lo strumento dei gruppi territoriali per sviluppare una politica locale più permeante – ha dichiarato il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Campania, Vincenzo Ciampi -. Perché in questi dodici anni del Movimento ci siamo resi conto che a livello nazionale abbiamo avuto molto successo, ma meno a livello locale. E questo è dovuto ad una struttura liquida. La nostra sfida nel 2023, partendo sempre da un unico progetto politico, è quella di diventare Movimento sul territorio, non solo nazionale, con una politica fatta dal basso, con i gruppi che saranno più o meno comunali e che avranno il compito di affrontare le tematiche”.

“Ripartiamo dai territori con questa riunione provinciale. Al centro del nuovo statuto, con un nuovo corso del presidente Conte, la nomina dei gruppi territoriali e presto anche dei responsabili provinciali, per fare proposte che vengono direttamente dai territori. Il M5S si apre alla società civile, saremo molto inclusivi”, queste le parole del deputato Michele Gubitosa e vice di Conte, che prosegue: “Non facciamo nomi al momento ma abbiamo una lista di amministratori locali tra sindaci, consiglieri comunali, ex sindaci che vogliono entrare nel Movimento e che hanno sposato la nostra agenda. Dopo aver creato una struttura sul territorio saremo pronti ad aprirci a nuove competenze. Una riorganizzazione partirà  dalle tematiche per poi arrivare a nomi e alleanze” conclude  il suo intervento Gubitosa.