Mercogliano, fiaccolata per Roberto, Della Sala: “Con la sete di vendetta, si costruisce una società disumana”.

di Marco Iandolo

(Tv7 Avellino) – “Sono state dette tante cose ma, senza ombra di dubbio, il messaggio più forte è stato proprio quello dei giovani. Questa fiaccolata è soprattutto per loro. Con la violenza non si costruisce niente. Dobbiamo uscire da questa spirale di violenza. Una volta era solo Capocastello, ora è tutta la provincia di Avellino. Speriamo che i nostri giovani capiscano e cambino rotta. La cosa peggiore che può succedere in questo momento è il desiderio di vendetta.” così il parroco di Mercogliano, don Vitaliano Della Sala.

Mercogliano accende le luci della speranza affinché Roberto torni presto a stare bene. Nel pomeriggio di ieri gli amici, i parenti e tantissime altre persone hanno partecipato alla fiaccolata per le strade della cittadina ai piedi del monte Partenio. Hanno voluto stringersi al dolore nel quale l’intera comunità è sprofondata dalla mattina di Capodanno. Roberto Bembo, da allora, è ricoverato all’ospedale Moscati di Avellino, dopo la brutale aggressione di cui è stato vittima e che ha appeso la sua vita ad un filo. Ma non si smette si sperare e di pregare per il ventenne, impegnato nel servizio civile per il comune di Mercogliano. Alla fiaccolata, collegati in videochiamata, hanno partecipato anche i genitori di Roberto Bembo.